SONY DSC

Le attività proposte riguardano diversi ambiti e le modalità di svolgimento vengono calibrate in base alle esigenze di ogni singolo ragazzo, in modo tale da garantire l’affiancamento e la crescita necessarie.

Le attività organizzate durante la settimana, vedono l’utente impegnato in diversi ambiti, in cui i progressi e le difficoltà vengono verificate periodicamente.

Per un utente che frequenta il Centro per l’intera giornata si può prefigurare la seguente suddivisione del tempo nei tre diversi ambiti lavoro, socialità e identità personale:

 

OBIETTIVI DA PERSEGUIRE METODO
Lavoro acquisire abilità professionali svolgimento di mansioni graduate, formazione, preparazione del pranzo e di pulizie dei luoghi comuni
Socialità acquisire abilità sociali di relazione Pasti comunitari, uscite, partecipazione a mercati, fiere e promozione dei prodotti, conduzione di laboratori didattici
Identità personale imparare a conoscersi, acquisire fiducia in se Momento di autovalutazione quotidiana, colloqui personali, sperimentare nuove possibilità

 

Si tratta di un approccio ampio, che coinvolge completamente l’esperienza della persona, mettendo in discussione l’assetto psicologico della sua identità e che mira in particolare allo sviluppo e al consolidamento di diverse autonomie:

– Autonomia motivazionale: curiosità, motivazione intrinseca, capacità di porsi degli obiettivi, capacità di prendere delle scelte e di promuovere azioni, apprendimento.

– Autonomia cognitivo-morale: percezione realistica degli altri, consapevolezza dei propri limiti, capacità di portare a termine i compiti senza paura di giudizio, autostima, conoscenza e applicazione delle regole “non scritte” della società.

– Autonomia affettiva: cura della propria persona, capacità di provvedere a se stesso e alla propria salute, capacità di instaurare relazioni sociali e interpersonali positive, gestione delle emozioni e dell’aggressività, capacità di agire senza il timore del giudizio esterno.

– Autonomia comportamentale: capacità di espressione personale, capacità di sostenere un confronto, autonomia nello svolgimento dei compiti assegnati.

– Autonomia operativa: resistenza alla fatica, presenza regolare sul posto di lavoro, coordinamento motorio, precisione, regolarità e continuità, organizzazione del proprio lavoro, adattamento alle esigenze produttive, capacità di soluzione di problemi, flessibilità, capacità di garantire quantità e qualità di lavoro.